Conferenza «Ultimi cacciatori, primi pastori», Roveredo, Casa patriziale, 23 agosto, ore 20.00

Nell’ambito della mostra temporanea visibile fino al 24 agosto al Museo Moesano, sarà nostro ospite Thomas Reitmaier, archeologo cantonale grigionese. La serata, organizzata in collaborazione con il Museo Moesano, sarà un’importante occasione per approfondire alcuni aspetti archeologici della tematica.

Attualmente al Museo Moesano sono presentate le due mostre temporanee «Ultimi cacciatori, primi pastori. Archeologia Alto Alpina nella regione del Silvretta» e « Cacciatori e pastori oggi nella regione dell’Adula».

La prima, curata dall’archeologo cantonale grigionese Thomas Reitmaier e visibile fino al 24 agosto, presenta i risultati delle ricerche archeologiche svolte tra il 2007 e il 2012 nella regione del gruppo del Silvretta, a cavallo tra Bassa Engadina e Austria. Da queste ricerche sono emersi nuovi risultati, che aiutano a capire meglio l’occupazione dello spazio alpino durante gli ultimi 9’000 anni.

La seconda, curata dal curatore del Museo Moesano Fabrizio Salvi ed esposta fino al 28 settembre, presenta cacciatori e pastori attivi nella zona del Parc Adula (Valle di Blenio, Surselva, Rheinwald e Mesolcina) e della Bassa Mesolcina. Ancora oggi  la caccia e l’allevamento di bestiame, sviluppatisi durante i millenni, caratterizzano le nostre regioni montane: trofei di caccia e campanacci raccontano storie.

Über silvretta historica

Ein interdisziplinäres und archäologisches Forschungsprojekt des Archäologischen Dienstes Graubünden sowie der Universität Zürich im Silvrettagebirge zur prähistorischen Besiedlungsgeschichte der Alpen, in Zusammenarbeit mit Partnern aus der Schweiz, Österreich und Deutschland.
Dieser Beitrag wurde unter Uncategorized veröffentlicht. Setze ein Lesezeichen auf den Permalink.